image image
| Prodotti |
image MURI COSTOLATI
image VASCHE D'ACCUMULO ACQUE INOX
image VASCHE INNEVAMENTO
image VASCHE DI LAMINAZIONE
image MURO DOPPIA LASTRA A PETTINE
image DOPPIA LASTRA FUORI STANDARD
image DOPPIA LASTRA STANDARD
image PREFABBRICATI FINITURA IN PIETRA
image PREFABBRICATI SPECIALI
image PREDALLE
image LAVORAZIONE FERRO
image INERTI
image CALCESTRUZZO
DOPPIA LASTRA STANDARD

La doppia lastra e un prodotto prefabbricato, costituito da due lastre in calcestruzzo armato di spessore variabile dai 5 ai 10 cm ciascuna, assemblate tra loro direttamente in stabilimento mediante l'impiego di tralicci elettrosaldati in acciaio di altezza variabile in funzione dello spessore richiesto.
Lo spessore di una doppia lastra standard può variare da un minimo di 20 cm ad un massimo di 40 cm; per spessori superiori ai 40 cm la CA COSTRUZIONI ANTONIOLI realizza doppie lastre definite fuori standard.
La doppia lastra può essere fornita sia come cassero a perdere, quindi armata con una quantità di ferro sufficiente a garantirne la resistenza per la movimentazione, il trasporto e la posa in opera, sia con l'inserimento nel getto delle due croste che la compongono dell'armatura calcolata dal progettista dei cementi armati.
01. VANTAGGI:

- tempi di costruzione ridotti
- montaggio rapido
- maggiore sicurezza in cantiere
- superficie liscia o rivestita
02. DATI TECNICI

Altezza: fino a 6 m
Larghezza moduli: 120 - 250 cm
Larghezza sottomoduli (angoli): fino a 250 cm
Spessore lastre: variabile (5 - 10 cm)
Spessore muro: variabile da 20 a 40 cm
Peso: da 250 Kg a 500 Kg al mq
Armatura: compresa nelle lastre (come richiesta dal cliente)
Superficie: finitura a cassero metallico
03. POSA

Per la posa di una doppia lastra è necessario che in cantiere sia già stata realizzata la fondazione e predisposti i ferri di chiamata fuoriuscenti dal getto; le armature di chiamata devono essere il più possibile allineate e posizionate in modo da evitare la sovrapposizione con l'elemento prefabbricato.
Il fissaggio del muro prefabbricato può avvenire praticando in cantiere un'incisione laterale sulla doppia lastra a circa 2/3 dell'altezza dell'elemento, all'interno della quale viene inserita una barra in acciaio sporgente da entrambe le parti. Sulle parti sporgenti della barra vengono inseriti dei morali di legno che devono essere resi solidali ai prefabbricati con morsetti e tenditori.
Il contrasto a terra avviene mediante l'utilizzo di puntelli di tipo tradizionale posti al di sotto dei tenditori.
Le doppie lastre dopo essere state posate sopra la fondazione devono essere collegate fra loro mediante delle barre di acciaio poste orizzontalmente secondo il passo indicato dal progettista dei cementi armati.
L'infilaggio del ferro orizzontale di collegamento può avvenire in seguito alla posa di 3-4 moduli affiancati; tale operazione risulta facilitata dalla presenza della staffa del traliccio.
Il getto di completamento deve avvenire in maniera graduale ed uniforme; durante la fase di getto il calcestruzzo deve essere costantemente vibrato in modo da evitare la formazione di nidi di ghiaia e vespai. Si consiglia una velocità di getto non superiore a 50 cm all'ora di altezza.
 
04. PHOTOGALLERY